Stampa
Visite: 448

Moneyfarm è una piattaforma di investimento che opera in Italia come succursale di una azienda con sede a Londra e che opera sul mercato italiano grazie ai finanziamenti dell'unione europea e della regione Sardegna.

Moneyfarm propone investimenti diversificati esclusivamente in ETF exchange traded fund ovvero i famosi fondi a replica passiva degli indici dei vari mercati e  che hanno il grande vantaggio di avere bassi costi di gestione rispetto ai tradizionali fondi comuni di investimento e alle sicav collocati sul mercato.

Ma Moneyfarm non è certamente la panacea di tutti i mali del settore della consulenza finanziaria, anzi tutt'altro e di seguito vi spiego perchè:

  1. Moneyfarm propone esclusivamente portafogli in ETF ma gli stessi si possono acquistare tranquillamente in qualsiasi banca senza dover aprire per forza una piattaforma aggiuntiva con il conseguente trasferimento dei fondi.
  2. In una banca tradizionale è possibile costruire un portafoglio completo con tutti gli strumenti finanziari compresi i certificati che a volte possono essere molto utili per compensare o traslare eventuali minusvalenze dello zainetto fiscale. E' possibile implementare il portafoglio con l'acquisto di obbligazioni e titoli di stato oltre che gestire azioni già presenti senza dover necessariamente vendere tutto. E' possibile completare il portafoglio con qualche fondo a gestione attiva particolarmente interessante per la parte satellite degli investimenti.
  3. Moneyfarm applica costi medi compresi tra 0,63% e 1,33% + iva variabili in funzione del capitale investito. Il problema è che sui profili di rischio basso, pagare anche 1% di costi è moltissimo in quanto attualmente in area euro i rendimenti sui titoli sono negativi fino a durate anche decennali, sostenere il costo di un ETF e di una consulenza di questo tipo è probabilmente più onerosa di quanto il portafoglio possa effettivamente rendere. 
  4. Moneyfarm offre solo una consulenza telefonica e questo è certamente l’aspetto più critico, che influenza i risultati dell'investimento determinati dalla finanza comportamentale. E' ormai arcinoto che le performance dei portafogli dipendono dalle scelte degli investitori, i quali a seguito dell'andamento dei mercati riconsiderano gli obiettivi di investimento e le scelte di portafoglio in base alla loro emotività del momento. Quasi sempre creando a se stessi più danni che opportunità. Fondamentale risulta essere il ruolo del consulente finanziario che ha una visione asettica dell'andamento dei mercati e che accompagna per mano il risparmiatore proprio nei momenti di tempesta o euforia finanziaria tenendo la barra dritta sugli obiettivi di investimento da raggiungere. Per mia esperienza trentennale è sempre stato determinante gestire le emotività dei clienti di persona, cercando di infondere sicurezza e trasferire contenuti e ciò è sempre stato possibile solo attraverso un confronto di persona. E’ come se voi vi trovaste in mezzo ad una tempesta o a un panico emotivo e il vostro medico fosse disponibile solo al telefono.

Il consulente finanziario è veramente utile se vi è un rapporto fiduciario, se è al vostro fianco nel vero senso della parola, se è un professionista a cui potete chiedere consiglio su tutti i vostri rapporti bancari. Moneyfarm è solo un intermediario che utilizza un paniere limitato di strumenti finanziari e che offre solo un contatto telefonico.